Molte ricerche hanno accertato che le tecniche Yoga, possono essere di supporto alle terapie mediche convenzionali, e aiutarci a far fronte ai disturbi dell’alimentazione quali bulimia e anoressia.

Lo yoga, come per qualsiasi terapia, è più efficace all’inizio del problema, quando gli effetti negativi sono bassi e facili da eliminare e quando il soggetto riconosce il suo problema ed è disposto a farsi aiutare.

Ecco come lo yoga ci può dare una mano:

  1. Gli asana (posture dello yoga), aiutano a tonificare ed allungare i muscoli e possono migliorare la visione che abbiamo di noi stessi.
  2. I disordini alimentari, si combattono meglio quando la mente è calma. È stato provato che la meditazione è di grande aiuto nei casi di stress e di ansia. La meditazione ci insegna ad accettare il nostro corpo e ad accrescere la stima personale, riducendo pensieri e sensazioni negative.
  3. Nei disturbi dell’alimentazione il primo cakra (si pronuncia chakra), mūlādhāra (Radice), associato con le funzioni basiche di sopravvivenza, risulta essere meno efficiente nel far fluire l’energia nel resto del corpo. Con la combinazione di posture yoga, mantra e meditazione, le energie finalmente fluiscono senza ostruzioni. Questo aiuta a far chiarezza nel corpo e nella mente.
  4. Usando le tecniche di prāṇāyāma (respirazione) induciamo in noi uno stato di calma ed elevata consapevolezza, riducendo inquietudini e paure.
  5. Con l’uso di sankalpa (affermazioni risolutive), all’inizio di uno stato meditativo, possiamo rimpiazzare convinzioni negative con convinzioni positive e rimuovere quello che inconsciamente blocca la nostra guarigione
  6. La visualizzazione yoga, aiuta a rafforzare le difese psichiche ed a consolidare nella psiche il desiderio di migliorare la salute.
  7. Un grande aiuto ai problemi di bulimia e anoressia, ci viene dalla psicotecnica tantrica dello Yoga Nidra, uno stato di sogno controllato indotto da un insegnante di yoga qualificato ad operare con questa psicotecnica.
    Nello Yoga Nidra, vengono attivate in una sola sessione di 30 minuti le 4 risorse necessarie per il nostro recupero: il rilassamento, i sankalpa, i mantra e la visualizzazione. Attraverso questa tecnica integrata possiamo rapidamente riconquistare il nostro equilibrio e il gusto per la vita.

In conclusione, ognuno di noi ha il potere di riprendere controllo della propria vita. Con l’aiuto delle strutture mediche e quelle offerte dalle tecniche dello yoga, chi soffre di questi disordini alimentari, ha la possibilità di recuperarsi completamente e ritornare ad essere un individuo sano e felice.

Om Tat Sat

Photo by DESIGNECOLOGIST on Unsplash